Skip to content

Gin Tonic Cocktail ricetta

Classico e semplice: il gin tonic. Uno dei più semplici e allo stesso tempo più conosciuti nel suo genere, questo cocktail a base di gin è leggero e rinfrescante. Si tratta di una semplice bevanda mista composta solo da gin e acqua tonica. È un’ottima scelta per l’happy hour, per la cena o per qualsiasi momento in cui si desideri un drink rinvigorente. Vi mostriamo una semplice ricetta di gin tonic che potete realizzare molto rapidamente a casa vostra. Divertitevi a provarla!

Ricetta del cocktail Gin Tonic

  • 6 cl di gin
  • Acqua tonica

Guida passo dopo passo

  1. Versare il gin in un bicchiere a palloncino.
  2. Aggiungere quindi ghiaccio e acqua tonica.
  3. Mescolare delicatamente con un cucchiaio da bar e servire.
gin tonic
chris-barkeeper-nation-1.png
Ricetta di Chris

La preparazione del gin tonic è molto semplice. Sono sufficienti due ingredienti diversi, che vengono mescolati direttamente nel bicchiere e poi agitati delicatamente. Misurare il gin con un jigger (va bene anche se si usa un po’ di gin in più o in meno) e versare la grappa al ginepro in un bicchiere. Per questo è meglio un bicchiere a palloncino o un bicchiere da long drink. Aggiungete quindi alcuni cubetti di ghiaccio e l’acqua tonica nel bicchiere e mescolate delicatamente il tutto con un cucchiaio da bar. A questo punto potete guarnire il cocktail al gin con scorza di lime o limone e servire. Ecco come è facile e veloce preparare un cocktail a base di gin e tonica.

Ecco il sapore del cocktail gin tonic

4.7/5

40 recensioni

Come già detto, questo cocktail è uno dei più conosciuti e popolari in assoluto. È impossibile immaginare i cocktail bar senza di esso, e non senza ragione: il gusto di questa bevanda è piacevolmente fruttato-fresco e leggermente aspro. Le note alcoliche del ginepro si armonizzano molto bene con il gusto aspro dell’acqua tonica. Il leggero sapore di agrumi conferisce freschezza e varietà. Se non avete ancora provato il gin tonic, è ora di farlo!

Varianti di ricetta per una maggiore varietà nel bicchiere

Il gin tonic può essere semplice. Per questo motivo, è un’ottima base per la sperimentazione. Con qualche modifica qua e là, si può creare una bevanda completamente nuova che può essere molto più gustosa della ricetta di base.

  • Una spruzzata di succo di frutta, come quello di mela, mirtillo o arancia, aggiunge un tocco di sapore e dolcezza a questa bevanda tipicamente secca.
  • Se non amate il gin, c’è sempre la vodka tonic. In questo caso si sostituisce semplicemente l’acquavite con la vodka. La preparazione è del tutto identica, solo che ora si usa la vodka al posto del gin.
  • Un’altra opzione è quella di aggiungere circa 2 cl di sciroppo del vostro liquore preferito. Con l’amaretto si ottiene un gin tonic semi-dolce. In alternativa, potete preparare una tonica alla fragola con frutta fresca. Se avete voglia di un cocktail dolce, potete anche ricorrere alla collaudata bottiglia di granatina.
  • I bevitori di whisky ameranno la tonica al whisky. Anche in questo caso, la grappa di ginepro è sostituita da whisky irlandese e poi infusa con acqua tonica.

È così che il Gin Tonic è diventato uno dei cocktail più popolari.

Si dice che il gin tonic sia stato portato in India dalla Compagnia britannica delle Indie Orientali all’inizio del XIX secolo. A causa del clima tropicale dell’India, la malaria divenne un problema ricorrente per tutti coloro che vi abitavano. Dopo aver scoperto che il chinino poteva essere usato per prevenire la malaria, la gente iniziò a berlo sotto forma di acqua tonica (contenente chinino). Tuttavia, il chinino puro ha un sapore molto amaro.

All’inizio del XIX secolo, alcuni soldati ebbero l’idea di mescolare al chinino una combinazione di acqua, zucchero, lime e gin per rendere il sapore più sopportabile. Fu così che nacque il gin tonic come lo conosciamo oggi. Nel corso degli anni, la ricetta è cambiata solo in minima parte o non è cambiata affatto. La bevanda sarebbe stata quasi dimenticata se non fosse stato per il continuo successo del gin. Questo ha reso di nuovo popolari i cocktail semplici e classici a base di gin. Oggi è impossibile immaginare i cocktail bar senza questo drink. Ma poiché è così facile da realizzare, è possibile prepararlo e gustarlo anche a casa.

Suggerimenti per un gusto ancora più fresco

Il gin tonic viene quasi sempre accompagnato da uno spicchio di lime. L’agrume è un ottimo modo per aggiungere un tocco di dolcezza e freschezza al drink. Fate scorrere lo spicchio di lime lungo il bordo del bicchiere, spremete il succo nel drink e poi aggiungete lo spicchio. La bevanda assumerà un aroma piacevolmente fruttato e fresco. Per aggiungere ancora più sapore di lime, spremete il succo di un secondo spicchio di limone o aggiungete una spruzzata di sciroppo di lime prima di completare il drink con la tonica.

Domande e risposte sul gin tonic

L'acqua tonica è salutare?

Dal punto di vista nutrizionale, l’acqua tonica non offre molto valore. In genere contiene zucchero o altri dolcificanti, che non sono necessariamente considerati salutari. Anche l’alcol contenuto nel gin non è necessariamente salutare. Non c’è nulla di male in un gin tonic in piccole quantità, ma in grandi quantità la bevanda può essere poco salutare.

Posso preparare l'acqua tonica in casa?

Molti tipi di bevande (come la birra allo zenzero) possono essere facilmente preparati in casa. L’acqua tonica, tuttavia, dovrebbe essere acquistata da un produttore affidabile. A causa del difficile controllo del contenuto di chinino e dei gravi effetti collaterali della tossicità da chinino, può essere dannoso preparare la propria acqua tonica.

Qual è il contenuto alcolico del gin tonic?

Non è così facile dirlo. Dipende sempre dalla gradazione alcolica del gin e dalla quantità utilizzata. Se si segue la nostra ricetta, la gradazione alcolica di un gin tonic dovrebbe essere almeno del 15% in volume. Tuttavia, può anche essere significativamente più alto.