Skip to content

Mojito Cocktail ricetta

Il Mojito è probabilmente il cocktail più ordinato e bevuto al mondo. In diversi sondaggi, il Mojito è riuscito a prevalere sui suoi concorrenti. Ancora oggi, il cocktail al rum viene ordinato e gustato in diversi cocktail bar. E questo nonostante il fatto che in molti casi il drink non sia preparato e servito correttamente…

Ricetta del cocktail Mojito

  • 5 cl di rum cubano
  • 2 cl di succo di lime
  • 2 cl di sciroppo di zucchero
  • 10 foglie di menta
  • Acqua gassata

Guida passo passo

  1. Mettere menta, lime, sciroppo di zucchero e rum in un bicchiere.
  2. Schiacciare gli ingredienti con un Muddler.
  3. Aggiungere cubetti di ghiaccio e soda e servire.
mojito cocktail
chris-barkeeper-nation-1.png
Ricetta di Chris

Per preparare un mojito, iniziare dalla menta. Mettetela tra i palmi delle mani e battetela una volta. In questo modo si sprigionerà tutto l’aroma della menta. A questo punto si può aggiungere la menta al bicchiere. Dopo aver aggiunto al bicchiere anche il lime, lo sciroppo di zucchero e il rum, si possono spremere con cura i lime con un muddler. Gli ingredienti possono mescolarsi durante il processo. Ora riempite il bicchiere con cubetti di ghiaccio o ghiaccio tritato e aggiungete la soda. Mescolare bene il drink con un cucchiaio da bar. Prima di servire, si può guarnire il mojito con foglie di menta. Ora potete godervi il drink!

Che sapore ha il mojito

4.8/5

39 Recensioni

Il Mojito ha un sapore dolce e di lime. È il cocktail estivo perfetto e non può mancare in nessuna festa in piscina, barbecue o party estivo. Il Mojito caraibico è un tradizionale punch drink. Gli ingredienti utilizzati per la preparazione del mojito conferiscono a questa bevanda un sapore molto particolare. I cubani sono convinti che la hierbabuena, una varietà di menta cubana, renda il mojito più morbido e dolce allo stesso tempo. Nonostante le giornate estive solitamente uggiose in Europa, questo drink trasmette una sensazione di vacanza, sole e spensieratezza.

I migliori consigli per preparare un cocktail

Tutto dipende dal rum

Quando si prepara un mojito, si consiglia sempre un rum aromatico e di alta qualità. Scegliete uno spirito più costoso, ma godetevi appieno il cocktail.

Lime freschi

Quando preparate il mojito, assicuratevi di utilizzare lime freschi e biologici. Questi lime hanno un sapore molto più aromatico e naturale rispetto agli altri lime. Provate voi stessi e convincetevi del gusto fresco e fruttato.

Sciroppo di zucchero fatto in casa

Avete mai pensato di preparare il vostro sciroppo di zucchero? È più facile di quanto si pensi e molto più economico che acquistare lo sciroppo di zucchero. Visitate il nostro articolo sul blog e imparate a fare lo sciroppo di zucchero da soli.

Un piacere anche in inverno

Nella maggior parte dei casi il mojito viene servito e gustato come un classico cocktail estivo. Tuttavia, questo liquore può essere gustato molto bene anche in inverno. Il suo gusto fresco e fruttato ricorda la calda estate e riporta alla mente ricordi piacevoli.

L'incredibile storia delle origini

Ci sono molte storie contraddittorie sull’origine del nome. Si suppone che il termine mojito derivi dalla parola dell’Africa occidentale “mojo”. Un’altra origine del nome potrebbe essere ricondotta al pirata Richard Drake nel XVI secolo. Era chiamato anche “Daque” (drago) ed era temuto dai marinai spagnoli nei Caraibi. Quest’ultimo doveva essere curato con il “Draquecito”, la forma originale del Mojito, a causa dei suoi forti dolori di stomaco. Purtroppo non si sa ancora se questa bevanda fosse in grado di combattere il mal di stomaco. La bevanda si diffuse rapidamente in tutti i Caraibi.

Secondo quanto riportato, lo scrittore cubano Ramon de Palma ne beveva ogni giorno: “Ogni giorno alle undici prendo un draquecito, mi fa molto bene”. Già in epoca coloniale si è sviluppato un affetto tra la popolazione e i cocktail a base di rum dei Caraibi. In tutte le isole caraibiche, lo spirito è bevuto e amato. Oggi questo consumo è sostenuto da turisti provenienti da tutto il mondo. Di solito desiderano gustare il “vero” cocktail al rum dei Caraibi una volta nella vita.

Già nel XVIII secolo furono costruite diverse botteghe dove si potevano consumare bevande alcoliche. Questi negozi erano chiamati “drinking stalls”. Oggi questi “chioschi” sono meglio conosciuti come bar o, in modo meno glamour, pub. Anche allora il rum si è evoluto da medicina per anestetizzare i pazienti a bevanda ed espressione di gioia di vivere.

Si dice che il primo mojito, che è anche il suo nome, sia stato servito all’Avana nel 1910. A quel tempo, le bevande fresche erano molto popolari nel clima tropicale dei Caraibi. Il Mojito raggiunse il suo grande successo dopo che Ernest Hemingway ordinò il cocktail nel suo bar abituale dell’Avana, facendolo così conoscere al mondo.

Fino agli anni ’20, a Cuba il Mojito si beveva ancora tiepido, senza cubetti di ghiaccio. Intorno al 1900, i soldati americani bevevano il drink interamente senza ghiaccio e detestavano la bevanda alcolica tiepida. Solo negli anni ’20, quando a Cuba si poterono acquistare i primi frigoriferi in cui si potevano fare i cubetti di ghiaccio, iniziò il trionfo del cocktail Mojito. Oggi i cubetti di ghiaccio o il ghiaccio tritato sono indispensabili per il noto cocktail a base di rum. Oggi, un Mojito ghiacciato è il miglior gusto per gli intenditori di cocktail e per coloro che vorrebbero diventarlo.

Nel 1942, Angel Martinez aprì un bar nel cuore dell’Avana, a Cuba. Non voleva continuare a lavorare come contadino e cercò fortuna nella capitale del Paese. Il bar godeva di una popolarità sempre crescente, ma era l’esatto contrario di molti altri bar: in esso la gente del posto doveva sentirsi a casa e rivivere la gioia di vivere di Cuba. Si cantava, si ballava, si discuteva e si discuteva. E si bevevano bevande alcoliche. Il mojito era il cocktail più venduto nel suo bar. L’antica pozione curativa veniva bevuta qui per puro piacere ed è ancora oggi molto apprezzata dalla gente del posto.

Mojito - Domande e risposte

Come si prepara un Mojito?

Il mojito è molto facile da preparare a casa. Per prepararlo, basta mettere menta, lime, sciroppo di zucchero e rum in un bicchiere e schiacciare questi ingredienti con un pestello. Aggiungere poi cubetti di ghiaccio e acqua gassata e servire il drink.

Chi ha inventato il Mojito?

Si dice che il cocktail al rum sia stato inventato già nel XVI secolo dal pirata Richard Drake. Quando cercava un modo per rendere il suo rum più bevibile, si imbatté in una ricetta molto simile all’attuale Mojito.

Che cos'è il mojito?

Il mojito è un noto cocktail a base di rum dai sapori fruttati e dolci. Può essere gustato perfettamente in estate e il suo gusto armonioso lo rinfresca.

Che sapore ha il cocktail Mojito?

Il Mojito ha un sapore dolce e rinfrescante. Il rum è determinante per il gusto del cocktail. Più il rum è aromatico, più il cocktail è aromatico.

Quando si può bere il Mojito?

Il Mojito è un cocktail estivo perfetto. Il suo gusto fresco e leggermente dolce lo rende una scelta convincente per le feste in spiaggia o nelle calde serate al lago. Questo drink, facile da preparare, è perfetto anche per le celebrazioni e le feste, come la notte di Capodanno.