Skip to content

Manhattan Cocktail ricetta

Il Manhattan Cocktail era già presente nei cocktail bar e nei migliori barman alla fine del 1880. Da allora, il drink è cambiato poco o nulla. La ricetta del Manhattan Cocktail rimane ancora oggi un’alternativa aromatica e sofisticata. Qui potete imparare a preparare questo cocktail aromatico e aspro e a gustarlo a casa vostra.

Ricetta del cocktail Manhattan

  • 6 cl di whisky di segale
  • 3 cl di vermouth rosso
  • 3 trattini di Angostura bitters

Guida passo dopo passo

  1. Mescolare tutti gli ingredienti con ghiaccio in un bicchiere da cocktail finché non sono ben amalgamati.
  2. Versare in un bicchiere da martini
  3. Filtrare e servire.
manhattan cocktail
tim-barkeeper-nation
Ricetta di Tim

La preparazione del cocktail è molto semplice. Per prima cosa, mettere tutti gli ingredienti in un mixing glass pieno di cubetti di ghiaccio e mescolare bene. È meglio misurare gli ingredienti con un jigger in modo da utilizzare esattamente le quantità giuste. Quindi filtrate il composto attraverso un colino da bar in un bicchiere da martini già raffreddato. È possibile aggiungere una ciliegina al bicchiere o cospargere la bevanda con una scorza di limone e poi aggiungerla al bicchiere.

Profilo aromatico del Manhattan

4.6/5

39 Recensioni

Grazie al whisky di segale, il cocktail di whisky ha un sapore aspro e secco ed è molto complesso. Ha molti spigoli e angoli, perfetto per gli intenditori esigenti e per coloro che vogliono diventarlo. Il gusto amaro e quello alcolico sono chiaramente in primo piano. Inoltre, il drink è fortemente influenzato dal gusto del whisky utilizzato.

Suggerimenti

Acqua di soda

Il Manhattan Cocktail è troppo forte per voi nella sua “forma naturale”? Allora aggiungete semplicemente un po’ di soda. Questo attenua il sapore intenso e rende il cocktail più facile da bere.

Bicchiere da Martini

Volete presentare il cocktail in modo accattivante e poco ortodosso? Allora servite il drink in un bicchiere da Martini. Questo bicchiere conferisce un aspetto elegante anche ai cocktail serviti in un tumbler.

La storia

Il Manhattan Cocktail ha una storia lunga e movimentata. Fu preparato per la prima volta negli Stati Uniti all’inizio del 1870. Il Dr. Ian Marshall è considerato l’inventore del Manhattan Cocktail. Dopo averlo servito per la prima volta a un banchetto, il drink fu ordinato e apprezzato con grande successo. Questo avvenne nel 1874 al “New York Manhattan Club”. Si dice che questo banchetto sia stato organizzato da Jennie Churchill, la madre di Winston Churchill, che in seguito divenne Primo Ministro inglese. Quando altri bar chiesero il drink, il cocktail al whisky si diffuse rapidamente nei bar d’America e infine in tutto il mondo.

Il “periodo d’oro” del drink è stato tra gli anni Venti e Trenta. In quel periodo il Manhattan fu votato come il secondo aperitivo più popolare. Solo il cocktail a base di gin chiamato Dry Martini raggiunse una posizione migliore. Dopo il proibizionismo in America, venne importato molto whisky canadese, che si affermò come ingrediente principale del Manhattan. Oggi è soprattutto il whisky di segale, più forte, a essere miscelato nel drink.

Manhattan Island

Ci sono molte storie e leggende sull’origine del nome “Isola di Manhattan”. Una di queste narra che all’inizio del XVII secolo un uomo di nome Henry Hudson preparò una bevanda che ricorda l’attuale Manhattan. La servì agli indiani di un’isola fino ad allora sconosciuta.

Gli indiani caddero in stati di ebbrezza a causa del cocktail, motivo per cui diedero all’isola il nome di “Manhachtanieck”. Tradotto approssimativamente, significa “isola dove ci siamo ubriacati”. Nel corso degli anni, questo nome divenne “Manhattan Island”. Non è possibile chiarire in modo definitivo se questa storia corrisponda ai fatti realmente accaduti sull’isola. Tuttavia, è divertente pensare che il nome dell’isola sia nato così.

Manhattan vs. Dry Martini

Sia il Manhattan che il Dry Martini sono drink con l’ingrediente base: il vermouth. Alcuni definiscono il Dry Martini come il “re di tutti i cocktail” e il Manhattan come la “regina di tutti i cocktail”. Dovete decidere voi stessi se questo titolo è corretto. Il fatto è che sia il Manhattan che il Dry Martini sono dei classici assoluti nel panorama dei cocktail. I due drink erano in competizione tra loro già negli anni Venti e Trenta. Ancora oggi, questi due cocktail si contendono la posizione di miglior aperitivo. Provate voi stessi e trovate il vostro preferito!

Il cocktail sempreverde

Nel menu dei cocktail non può mancare il Manhattan. Innumerevoli bar hanno questo drink nel loro menu e servono sempre questo indimenticabile drink. Il Manhattan è considerato un cocktail da uomo. È molto aspro e ha molti spigoli. Già nel XIX secolo il giornale newyorkese “The Democrat” affermava che ogni barista della città avrebbe dovuto conoscere questo cocktail. Il drink era amato a New York semplicemente per il nome di un quartiere di New York. La data in cui fu servito il primo Manhattan non è ancora nota con precisione.

Il gusto piuttosto luppolato dei cocktail a base di whisky dovrebbe spesso essere sostituito da componenti dolci. Il Manhattan Cocktail è esattamente l’opposto di questo tentativo. Si oppone ancora alla tendenza dei cocktail, dominati da un’eccessiva dolcezza, e colpisce per i suoi ingredienti aspri e alcolici. Molti altri cocktail classici soffrono di questa tendenza e attendono la rinascita dei cocktail aspri. Il Manhattan è stato uno dei primi cocktail aspri ad ispirare molti nuovi drink.

Manhattan Cocktail - Domande e risposte

Che sapore ha il Manhattan Cocktail?

Il Manhattan Cocktail è caratterizzato principalmente dal gusto del whisky utilizzato. Anche il vermouth svolge un ruolo importante nel gusto del cocktail. È aspro e alcolico. Se siete alla ricerca di un cocktail dolce, dovreste piuttosto preparare un altro drink.

Come si prepara un cocktail Manhattan?

È sufficiente mescolare gli ingredienti (whisky, Angostura bitters e vermouth) in un mixing glass e filtrare il composto in un bicchiere da martini. Guarnite quindi con una scorza di limone e servite.

Che cos'è un cocktail Manhattan?

Il Manhattan è un cocktail a base di whisky che viene classicamente servito in un bicchiere da martini. Questo drink è conosciuto in tutto il mondo e viene preparato e gustato in bar e ristoranti. Ha un sapore aspro e secco e può essere servito anche come martini.

Chi ha inventato il cocktail al whisky?

Il dottor Ian Marshall è considerato l’inventore del Manhattan Cocktail. Egli servì il cocktail durante un banchetto negli anni ’70 del XIX secolo. In seguito, il drink divenne molto popolare e può essere ordinato ancora oggi in diversi bar.