Skip to content

Whisky Sour Cocktail ricetta

Il cocktail whisky sour è uno dei più famosi cocktail a base di whisky, preparato probabilmente per la prima volta negli Stati Uniti nel 1850. È considerato uno dei “Top Twenty Classic Drinks” e gode ancora oggi di grande popolarità. Il whisky sour deriva originariamente dal brandy sour. Tuttavia, a causa dell’aumento della qualità del whisky americano, la ricetta si è lentamente trasformata in Whisky Sour.

I sour possono essere miscelati con qualsiasi tipo di alcolico. Il gusto della bevanda finita è sempre influenzato dallo spirito di base. Il rapporto tra dolce e acido può essere controllato con il contenuto di zucchero e succo di limone. Tuttavia, il Bourbon Whiskey Sour è considerato il più popolare di questi drink. Scoprite la nostra semplice ricetta e preparate il whisky sour a casa vostra!

Ricetta del cocktail Whisky Sour

  • 5 cl di whisky bourbon
  • 3 cl di succo di limone
  • 2 cl di sciroppo di zucchero

Guida passo per passo

  1. Versare tutti gli ingredienti con ghiaccio in uno shaker per cocktail.
  2. Agitare bene lo shaker. Versare in un bicchiere tumbler.
  3. Filtrare e servire.
whisky sour cocktail
chris-barkeeper-nation-1.png
Ricetta di Chris

Per preparare il Whiskey Sour, mettere tutti gli ingredienti e il ghiaccio in uno shaker per cocktail e agitare bene per circa 20 secondi. La miscela viene poi filtrata in un tumbler pieno di ghiaccio. Il Whiskey Sour può essere guarnito con una fetta d’arancia e una ciliegina. In alternativa, è possibile guarnire il drink con una scorza d’arancia. Quindi servite e gustate.

Profilo del gusto

4.9/5

52 recensioni

Il Whiskey Sour ha un sapore dolce, aspro e speziato come il bourbon whiskey. Con il Whiskey Sour è particolarmente importante che il rapporto tra zucchero e succo di limone sia corretto. In caso contrario, la bevanda può diventare rapidamente troppo dolce o troppo acida. Con il giusto rapporto di miscelazione, tuttavia, la bevanda convince con un rapporto perfettamente bilanciato tra dolce e aspro. Il gusto leggermente fruttato fa sì che il sapore alcolico passi in secondo piano.

Suggerimenti

Succhi di frutta freschi

Anche in questo caso, per questa bevanda mista si consiglia di utilizzare frutta fresca di coltivazione biologica. Il succo di questi frutti è di solito molto più aromatico e intenso di quello acquistato in negozio. È inoltre possibile aggiungere una scorza o una fetta di limone al drink senza avere sensi di colpa.

Rye Whiskey

Questo cocktail può essere preparato con whisky di segale invece che con whisky di bourbon. Il sapore della segale è molto più tagliente e intenso. Questo conferisce un sapore intenso all’intero cocktail. Provate voi stessi e convincetevi del suo gusto speciale.

Preparate il vostro sciroppo di zucchero

Se preparate un whisky sour, vi consigliamo di utilizzare uno sciroppo di zucchero fatto in casa. Di solito è molto più economico dello sciroppo acquistato e ha un sapore altrettanto buono. Potete trovare un breve tutorial su come farlo nel nostro blog: Preparare il proprio sciroppo di zucchero.

Storia del Whiskey Sour

Il whiskey sour è stato bevuto per la prima volta intorno al 1850. È diventato un classico semplice e indispensabile nel mondo dei cocktail. Tutto ciò che serve è un buon whisky bourbon, uno sciroppo di zucchero e un limone. È già possibile miscelare uno dei cocktail più popolari di sempre. Se gli ingredienti sono ben bilanciati e la bevanda è stata ben agitata e raffreddata, è possibile servire questo cocktail in qualsiasi momento.

I cocktail sour sono tra i cocktail più antichi in assoluto e hanno deliziato diverse generazioni di amanti dei cocktail. I sour erano particolarmente popolari in America all’epoca del proibizionismo dell’alcol. Lì, questo tipo di cocktail era la star del “divertimento proibito e nascosto”. Il motivo: a prima vista, i sour drink non sembrano bevande alcoliche. In alcuni casi, per la loro preparazione venivano utilizzati whisky canadesi, che venivano “diluiti” con whisky scozzese a causa della loro scarsa profondità aromatica.

La famiglia dei sour

Se vi sentite sopraffatti da un menu troppo ampio in un cocktail bar, dovete assolutamente optare per i classici. Per tutti i bevitori di cocktail inesperti, i “classici” sono, in parole povere, quei drink il cui nome è già stato sentito da qualche parte. Inoltre, danno ai barman la possibilità di mostrare tutte le loro abilità. Un classico viene solitamente miscelato con pochi ingredienti, che però devono essere abbinati con precisione millimetrica, altrimenti il rapporto di miscelazione e il gusto non saranno corretti.

Un drink del tipo “Sour” è un predecessore di molti cocktail conosciuti oggi. Sono composti da soli tre ingredienti di base: Uno spirito, zucchero e acido di agrumi o “spirito, agrumi e zucchero”. In inglese significa qualcosa come alcol, limone e zucchero. Sulla base di questi sour si sono sviluppati molti drink famosi, come ad esempio il Sidecar Cocktail o il Margarita. Questi ingredienti di base sono rimasti invariati fino ad oggi. Il whiskey sour è ancora oggi popolare in America. La bevanda del Sud è preparata con whiskey americano, che si armonizza molto bene con i sapori agrodolci.

La differenza con l'Eggon

Gli Eggon sono tra i più antichi tipi di cocktail e si dice che siano stati citati per la prima volta in documenti americani già nel 1775. Come suggerisce il nome (“Egg” è inglese e significa uovo), in ogni cocktail Eggon viene utilizzato un uovo, insieme a latte, zucchero e uno spirito (whisky, rum, sherry o brandy). In passato si usava spesso il termine “noggin”. Questo significava qualcosa come “piccolo recipiente per bere”.

Le uova possono essere servite fredde o calde. Nella versione calda, il latte viene prima riscaldato e poi mescolato con gli altri ingredienti. Nella versione fredda, tutti gli ingredienti vengono semplicemente mescolati. Il whisky sour viene spesso erroneamente paragonato a uno zabaione, poiché in esso viene talvolta utilizzato un uovo. Tuttavia, non vengono utilizzati ingredienti dolci e cremosi come panna o latte. Questo tipo di cocktail “Eggon” non ha mai preso piede. Tuttavia, le ricette sono solitamente molto gustose e varie.

Whisky Sour - Domande e risposte

Che sapore ha il cocktail Whisky Sour?

In termini di gusto, il Whisky Sour è un’interazione di dolce e acido. Si riconosce anche l’armonioso gusto del whisky. Pertanto, utilizzate le unità di misura indicate affinché la bevanda possa sviluppare il suo gusto eccellente.

Che cos'è un Whisky Sour?

Il Whisky Sour è un cocktail a base di whisky americano famoso in tutto il mondo che si può ordinare nei bar, nei club e anche nei ristoranti. È caratterizzato da un gusto armonioso di whisky, sciroppo di zucchero e succo di limone.

Come si prepara il cocktail?

Per prepararlo, mettere lo sciroppo di zucchero e il succo di limone in uno shaker per cocktail e agitare bene. Filtrare la bevanda in un tumbler pieno di cubetti di ghiaccio e filtrare.

Chi ha inventato questo drink?

L’inventore del cocktail non è noto. Tuttavia, antiche testimonianze indicano che il drink veniva preparato già nel 1850. Da allora è diventato uno dei cocktail più popolari in assoluto e può essere ordinato in diversi cocktail bar, ristoranti e club.

Si può usare anche un whisky scozzese o irlandese?

Sì, in teoria si può usare qualsiasi whisky in questo cocktail. Tuttavia, il bourbon whiskey si adatta perfettamente al drink grazie al suo sapore particolarmente tagliente. Questi sapori si armonizzano al meglio con gli ingredienti dolci e fruttati. Provate quindi con un whisky diverso e chissà, forse assaggerete l’Irish Sour ancora meglio.